DaVinci Resolve 16.2.3Disponibile la versione DaVinci Resolve Studio 16.2.3

MegaBots e combattimenti tra robot giganti utilizzate le Micro Cinema Camera

Le cineprese digitali di Blackmagic DesignMicro Cinema Camera e URSA Mini 4.6K sono state impiegate dal direttore della fotografia Scott Sorensen per le riprese di una serie web per la compagnia americana di robotica MegaBots, Inc. MegaBots si avvale di tecnologia all’avanguardia per creare giganteschi robot umanoidi alti 5 metri e pilotati internamente.

Due anni fa MegaBots ha sfidato la compagnia di robot giapponese Suidobashi Heavy Industry in un duello tra robot giganti, e i giapponesi hanno accettato la sfida. Nel primo episodio della serie web, MegaBots stabilisce che il suo robot Mk. II non è adatto al combattimento ravvicinato e decreta che piuttosto che modificare il robot esistente, sarebbe meglio costruirne uno nuovo dalle fondamenta. Pertanto la serie web di MegaBots documenta la ricerca e lo sviluppo, i test e la conseguente creazione di un modello di robot totalmente nuovo chiamato Eagle Prime. La serie culmina nel Giant Robot Duel (duello tra i robot giganti) tra Eagle Prime della MegaBots e Kuratas della Suidobashi.

MegaBots ha un forte seguito online. Il pubblico vuole davvero vedere i giganteschi robot da combattimento della fantascienza scontrarsi nella vita reale. L’obiettivo della serie web era di far vedere al pubblico quello che richiede realizzare queste macchine”, ha detto Sorensen. “All’inizio della serie ci siamo messi intorno ad un tavolo e abbiamo delineato le tappe fondamentali di questa creazione. Non appena una nuova parte del robot prendeva vita, arrivavamo con una piccola troupe a documentare il tutto. Quando la squadra di MegaBots giungeva ad un prototipo del robot, si trattava della prima volta che quelle specifiche parti venivano utilizzate in quella maniera. In caso di fallimento, dovevamo comunque essere preparati a documentare qualsiasi possibile risultato. Vista la situazione, era quindi fondamentale avere un arsenale di telecamere per coprire ogni evento a 360 gradi”.

Per catturare da ogni angolazione possibile, Sorensen ha fatto affidamento su sei Micro Cinema Camera per le dimensioni compatte, la porta di espansione e l’aspetto filmico delle immagini. “La ragione principale per cui ho scelto le Micro Cinema Camera è la loro porta di espansione. Sapevo che alla fine avrei installato delle telecamere nelle cabine di comando dei robot. Grazie alla porta di espansione ho potuto azionare le camere a distanza attraverso un trasmettitore per il radiocomando di aeromodelli e mantenerle in carica tramite l’alimentazione AC fornita dai robot”, ha messo in evidenza.

Durante le riprese, diverse volte è stato fatto uso di una URSA Mini 4.6K come camera secondaria per le riprese con frame rate più elevato. “In molti dei test che abbiamo filmato, URSA Mini 4.6K registrava in slow motion, mentre io operavo una Micro Cinema Camera su una sospensione cardanica”, ha spiegato Sorensen.

Il flusso di lavoro creato da Sorensen includeva anche un MultiView 4, il monitor SmartView 4K e numerosi Micro Converter HDMI to SDI di Blackmagic Design. Durante il duello su ogni robot erano installate varie Micro Cinema Camera, collegate a due MultiView 4 tramite i Micro Converter HDMI to SDI. A loro volta i Multiview 4 inviavano il segnale ad una soluzione video wireless che trasmetteva le immagini dello schermo ripartito allo SmartView 4K nel video village. Su questo monitor Sorensen poteva controllare che ogni telecamera avesse eseguito quanto richiesto dai comandi remoti, che consistevano in un singolo trasmettitore per il radiocomando appaiato a due ricevitori, uno per robot. A ogni ricevitore Sorensen aveva collegato un cavo di servocontrollo al cavo di espansione di ciascuna Micro Cinema Camera. Il trasmettitore disponeva di un interruttore per ogni camera.

“Il sistema di controllo remoto nei robot è stato abbastanza semplice da creare con parti di serie. Sul set questo sistema ci ha consentito di risparmiare un sacco di tempo e ci ha rassicurato il fatto che le telecamere continuassero a riprendere nonostante tutti i colpi e gli scontri. È stato bellissimo”, ha detto Sorensen.

Che ha poi continuato: “Visto che le Micro Cinema Camera sono così piccole, è stato facile installarle nello spazio ridotto delle cabine di comando. Durante i test con Eagle Prime abbiamo collocato anche delle camere su cavalletti stativi e bracci articolati, una su un binario stabilizzatore, una su una sospensione cardanica, e un’altra su braccio meccanico”.

Sorensen ha anche commentato sulla tenuta delle Micro Cinema Camera. “Durante le riprese di un episodio, testavamo l’abilità del robot di lanciare fusti da 200 litri. In un colpo di massima sfortuna, un fusto ribelle si è abbattuto giusto su una delle Micro Cinema Camera sul binario stabilizzatore, danneggiandolo lievemente. Invece la camera è rimasta totalmente indenne. Questi piccoli gioielli hanno una resistenza incredibile”, ha concluso Sorensen.

Tutti prodotti Blackmagic Design utilizzati come Micro Cinema Camera, URSA Mini 4.6K, MultiVew 4, SmartView 4K, Micro Converter HDMI to SDI sono disponibili da BL2Store.

One Comment