DaVinci Resolve 16.2.3Disponibile la versione DaVinci Resolve Studio 16.2.3

Blackmagic Pocket Cinema Camera 6K – Trailer ‘Generation Zero’

I premiati registi tedeschi di Directors Duo parlano del camera test con Pocket Cinema Camera 6K e delle 16 scene che compongono questo trailer di un film di fantascienza immaginario. Le riprese sono state effettuate in 6K anamorfico con Blackmagic RAW, con l’impostazione qualità costante Q0.

Blackmagic Design ci ha inviato una delle loro prime Pocket Cinema Camera 6K da testare prima del lancio. Trattandosi di una camera sia per professionisti che per principianti, volevamo creare qualcosa che incoraggiasse gli uni e gli altri a realizzare i propri film. Il nostro obiettivo era valutare quanto potevamo spingerci per ottenere immagini di qualità cinematografica con un design così piccolo.

La gamma dinamica e le prestazioni in condizioni di scarsa illuminazione di questa camera consentono di filmare anche solo con qualche piccola sorgente esterna, un valore aggiunto non trascurabile per tutti i creativi che vogliono darsi al cinema. Abbiamo quindi pensato fosse interessante testarla in un contesto simile, realizzando qualcosa che avesse allo stesso tempo una componente cinematografica e un genere definito, per esempio il trailer di un film di fantascienza immaginario. Entrambi adoriamo il genere fantascientifico e la creazione di mondi alternativi, ma sappiamo anche che può nascondere insidie, soprattutto considerando che avevamo solo una settimana di tempo e poche cose a nostra disposizione. Abbiamo comunque accettato la sfida di realizzare un progetto in stile fai-da-te, come quando eravamo ancora studenti”.

  • Regia: Christopher Schlierf e Benjamin Kratzin
  • Blackmagic Pocket Cinema Camera 6K
  • Blackmagic RAW, qualità costante Q0 ISO 3200
  • 6K (6144 x 3456) a 50 fps
  • Obiettivo anamorfico Atlas Orion T2 32mm – T4
  • Obiettivo Canon 70-200 – f22 Attacco EF

Qui sotto alcune clip girate dalla Blackmagic Pocket Cinema Camera 6K in Blackmagic RAW utilizzate nel film >

Girl in Milk Bath

Girl in Milk Bath

Filmare la ragazza nella vasca da bagno piena di latte è stata una decisione difficile, perché cercavamo di mantenere la varietà dei colori, ma volevamo comunque ridurre la palette per conferire un’estetica in stile Blade Runner. Guardando le immagini originali di questa scena, la gamma di colori è ancora molto ampia e la nitidezza è al massimo. A dire il vero, considerando che abbiamo usato lenti anamorfiche, siamo rimasti molto sorpresi nel constatare l’assoluta nitidezza delle immagini realizzate con Pocket Cinema Camera 6K.

Blackmagic RAW, qualità costante Q0, ISO 3200, 6K (6144 x 3456) a 50 fps, Obiettivo anamorfico Atlas Orion T2 32mm – T4, Attacco EF

Scarica il file originale (6.34 GB)

Eye Closeup

Eye Closeup

Per girare la scena del primo piano degli occhi abbiamo avuto bisogno di obiettivi sferici con adattatore macro per ottenere un’immagine molto ravvicinata. Ci siamo affidati a Canon 70‑200 a f2.8, riducendo al massimo l’apertura per ottenere un’immagine il più nitida possibile. Inizialmente abbiamo testato l’obiettivo con un’apertura di f8, ma ci serviva una maggiore profondità di campo, e quindi abbiamo optato per un’apertura di f22.

Blackmagic RAW, qualità costante Q0, ISO 1250, 6K (6144 x 3456) a 50 fps, Obiettivo Canon 70‑200 ‑ f22, Attacco EF

Scarica il file originale (4.8 GB)

Outside Architecture of Munich

Munich Architecture

In queste riprese architettoniche notturne a campo lungo la gamma dinamica di Pocket Cinema Camera 6K dà il massimo. Non ci è servita alcuna illuminazione aggiuntiva, è bastato usare quello che c’era a disposizione nella location per ottenere questi risultati. Ci sono comunque tutti i dettagli delle zone di luce sullo sfondo, ma si riescono anche a vedere quelli nelle zone d’ombra delle superfici non illuminate a destra e a sinistra della scena.

Blackmagic RAW, qualità costante Q0, ISO 3200, 6K (6144 x 3456) a 50 fps, Obiettivo anamorfico Atlas OrionT2 50mm – T3, Attacco EF

Scarica il file originale (5.46 GB)

Rabbit Ear Clones

Rabbit Ear Clones

Abbiamo dedicato molto tempo in pre-produzione ad ogni singola ripresa, e per questa scena abbiamo richiesto due parrucche bianche identiche per far apparire le attrici come cloni, e delle cuffie con luci incorporate da utilizzare come effetti meccanici. Nella location c’era anche l’insegna a neon di un negozio che sprigionava un’aura blu e una luce rossa sulla destra. Con tutti questi effetti meccanici interessanti non ci è servita alcuna luce esterna, e alla fine abbiamo usato solo un paio di riflettori. Poi è bastato impostare la camera su un ISO di 3200 e girare la scena rapidamente senza le solite seccature dell’installazione delle luci.

Leggi

Blackmagic Pocket Cinema Camera 6K

Blackmagic RAW, qualità costante Q0, ISO 3200, 6K (6144 x 3456) a 50 fps, Obiettivo anamorfico Atlas Orion T2, Attacco EF

Scarica il file originale (1.17 GB)

Asian Umbrella Roof

Asian Umbrella Roof

Abbiamo girato questa scena in un bellissimo bar di Monaco con il soffitto interamente decorato con ombrelli asiatici. La sera in cui dovevamo filmare questa scena c’era una feste in corso e il gestore ci ha concesso di intrufolarci solo per una mezzoretta, per cui i tempi di installazione sono stati critici.

Blackmagic Pocket Cinema Camera 6K

Blackmagic RAW, qualità costante Q0, ISO 3200, 6K (6144 x 3456) a 50 fps, Obiettivo anamorfico Atlas Orion T2, Attacco EF

Scarica il file originale (3.84 GB)

The Hacker

The Hacker

La scena dell’hacker è stata girata nel salotto di Chris, che abbiamo riempito di computer e qualsiasi altra cosa ci trovassimo a portata di mano per occupare spazio. Abbiamo poi fissato dei cavi ovunque, cercando di rendere i muri leggermente più interessanti, usato aggeggi tecnologici e materiale da costruzione e quindi trasformato il set in una sorta di caverna 2.0.

Blackmagic Pocket Cinema Camera 6K

Blackmagic RAW, qualità costante Q0, ISO 3200, 6K (6144 x 3456) a 50 fps, Obiettivo anamorfico Atlas Orion T2 32mm – T4, Attacco EF

Scarica il file originale (3.79 GB)