DaVinci Resolve 17.1Disponibile la versione DaVinci Resolve Studio 17.1.1 !

DJI presenta il Phantom 4 Pro, Inspire 2 e due le nuove videocamere

DJI ha presentato oggi ben due nuovi droni, il Phantom 4 Pro versione miglioria dell’attuale top di gamma della serie Phantom e l’Inspire 2, il successore diretto del primo Inspire 1, ma anche due nuove video camere Zenmuse X4S e X5S, qui sotto le caratteristiche.

Phantom 4 PRO

Phantom 4 Pro è un aggiornamento del modello dello scorso anno. Raggiunge velocità di volo di quasi 50km all’ora, ed anche a questa velocità è in grado di evitare automaticamente gli ostacoli. Peraltro, questa andatura di crociera viene adesso raggiunta senza ausilio della modalità Sport, che invece deve essere attivata sul precedente Phantom 4 per ottenere tali prestazioni. Ancor più importante, però, è la presenza di sensori anche sulla parte posteriore, così da poter evitare ostacoli in qualsiasi direzione di volo.Ovviamente, restano ancora angoli morti, come sui lati, che potrebbero creare impatti, soprattutto nel caso di ritorno alla base automatico.

Può volare per circa 30 minuti, ma una delle principali novità è la camera, aggiornata rispetto al precedente modello. Gode, adesso, di un sensore da 1 pollice e da 20-megapixel, in grado di catturare una maggiore quantità di dettagli, e di eseguire scatti e registrazioni migliori anche qanto il soggetto è in controluce, come ad esempio nel caso di un tramonto. E’ in grado di registrare a 4K fino a 60 fotogrammi al secondo e con bitrate fino a 100Mbps.

Altro elemento che diversifica il modello Pro dal precedete Phantom 4 è il telecomando, dove capeggia un monitor da 5,5 pollici di tipo touch ad alta luminosità, anche se solo nella versione da 1.999,00 euro. DJI promette una latenza dello streaming video inferiore, e naturalmente non manca la possibilità di disegnare a schermo il percorso da far seguire al drone.

schermata-2016-11-16-alle-11-00-46

E’ già possibile preordinarle Phantom 4 Pro già adesso, con spedizioni in una o due settimane: il modello senza schermo touch incorporato costa 1.699,00 euro, quello con schermo proprietario 1.999,00 euro.

Inspire 2

Questo, probabilmente, più che un mero aggiornamento, è il successore diretto di una precedente linea. Inspire 2 strizza l’occhio a registi professionisti, e si rivolge senza dubbio ad un pubblico diverso rispetto alla linea Phantom. Esteticamente mantiene le linee del primo Inspire, ma con differenze piuttosto visibili. Anzitutto la doppia batteria che porta la durata del volo a  27 minuti, con un incremento significativo rispetto ai 18 minuti del modello originale. DJI ha, inoltre, trasferito anche su Inspire 2 la tecnologia per il tracciamento degli ostacoli, così da evitare impatti accidentali, più facili su questo modello, per via delle prestazioni maggiori: sfiora i 110 km/h, e raggiunge gli 80 chilometri all’ora in 4 secondi.

Inspire 2 aggiorna anche la fotocamera, equipaggiando Zenmuse X5S, con sensore aggiornato da 20,8 megapizel, in grado di  registrare in 4K a 60fps in 4:2:2 con una gamma dinamica di 12,8 stop e riprendere video in formato Apple ProRes e RAW CinemaDNG scattare foto in formato RAW a 20 scatti al secondo. Supporta anche una mezza dozzina di lenti intercambiabili,  ma è disponibile anche nella versione più economica il Zenmuse X4S, con sensore da 1 pollice e da 20-megapixel.

I preordini per Inspire 2 sono già aperti sul sito BL2Store, con un prezzo a partire da 3.399,00 euro, con spedizioni previste per gennaio 2017.

One Comment