DaVinci Resolve 16Disponibile la nuova Beta di DaVinci Resolve Studio 16.1

Arri aggiunge il 4K, registrazione ProRes Ultra HD sull’AMIRA

Arriva il nuovo ProRes UHD per Amira

Arri ha annunciato che offrirà un nuovo aggiornamento software per l’AMIRA , che permetterà di registrare i file ProRes Ultra HD (con una risoluzione di 3840 × 2160). L’aggiornamento dovrebbe essere disponibile per l’acquisto presso la linea Arri License entro la fine del 2014 Molte persone hanno atteso per una soluzione 4K sulla Arri, ed ora il AMIRA offrirà supporto per chi ha bisogno di consegnare in formati ad alta risoluzione . L’AMIRA può già registrare in HD e 2K formati, ma con questo nuovo aggiornamento sarà up-campionare il sensore in un formato Ultra HD.

L’aggiornamento dovrebbe essere disponibile per l’acquisto tramite il License Shop online di ARRI entro la fine del 2014.

UTILIZZABILE CON QUALSIASI FORMATO

Mentre l’adozione del 4k o dell’ UHD per il broadcast è ancora limitata, un numero crescente di proprietari di content si preoccupano sempre di più di salvaguardare la longevità dei loro programmi assicurandosi che saranno adatti per la trasmissione in UHD, che dovrebbe diventare uno standard per il futuro.

Per quelle produzioni che devono produrre file in UHD, AMIRA offre ora la possibilità di registrare tutti i codec ProRes in risoluzione Ultra High Definition 3840 x 2160 direttamente sulle schede CFast 2.0, fino a 60 fps. Questa funzione, attivata  tramite una licenza software (e una taratura del sensore per le AMIRA esistenti), arriva in risposta al feedback da parte dei clienti AMIRA. Ciò è reso possibile dall’eccezionale qualità d’immagine della camera, la sua potenza di elaborazione e la sua architettura di sistema riprogrammabile.

Se una produzione segue un workflow UHD fino alla distribuzione o semplicemente spera di archiviarlo in UHD per andare di pari passo con gli sviluppi futuri dell’industria, l’AMIRA offe ora una soluzione semplice che non richiede ulteriori processi in postproduzione.

Lo schema emissione UHD per 4K

ELABORAZIONE IN-CAMERA

Il sensore dell’ALEXA e dell’AMIRA ha dimostrato ripetutamente la sua abilità nel fornire immagini di qualità eccezionale per il 4K o addirittura per gli IMAX di film di fascia alta come Gravity, Maleficient e Iron Man 3. Ciò dimostra che le camere ALEXA e AMIRA sono già a prova di futuro e più che adatte per la prossima generazione dei format distributivi.

Per i grandi film, un sovra campionamento a 4K può essere eseguito dopo gli effetti visivi e dopo aver completato altre attività di post-produzione a 2K. Per alcune produzioni con l’AMIRA, tuttavia, potrebbe non esserci il tempo o le risorse per tali processi in post, motivo per cui è richiesto un output a 4K o UHD direttamente dalla camera.

STESSA ELEVATA QUALITA’ D’IMMAGINE

L’emissione di UHD amplia le opzioni di distribuzione grazie alla superiore qualità d’immagine che ha fatto dell’AMIRA e dell’ALEXA un tale successo. L’ampia gamma dinamica di più di 14 stop rimane invariata, così come la colorimetria, i toni della pelle naturali e l’aspetto organico. Mantenendo una alta qualità d’immagine in uscita dal sensore compatibile con i formati a più elevata risoluzione, l’aggiornamento UHD risponde alla domanda di alcune regioni e postproduzioni sul futuro del 4K, permettendo di utilizzare l’AMIRA in ogni produzione.

Markus Duerr, il Product Manager di ARRI dell’AMIRA, dice: “I feedback sull’AMIRA provenienti da tutto il mondo sono stati assolutamente positivi ed è chiaro che la camera è già un grande successo, essendo stata utilizzata per una sorprendente varietà di produzioni. Già acclamata per la sua qualità d’immagine fenomenale, facilità d’uso e versatilità, il nuovo ProRes UHD amplierà questi vantaggi, aggiungendo valore per i clienti in zone come la Cina, dove il 4K è il focus dell’industria.”

Il regista Rolf Steinmann, che è stato nominato per un Emmy Award quest’anno in riconoscimento del suo lavoro con l’ALEXA sulla serie Wild Arabia della BBC, attualmente sta utilizzando la sua AMIRA per un film della Disney Nature. E commenta: “Per i cameramen come me che possiedono la loro camera, l’aggiornamento UHD è un ottimo modo per rimanere a prova di futuro. D’ora in poi quando c’è pressione dal lato della produzione per produrre in UHD, posso continuare a lavorare con l’AMIRA e non dovrò scendere a compromessi sulla qualità d’immagine o sulla robustezza e sulla affidabilità della camera.”

Per maggiori informazioni sul License Shop di ARRI visita il sitohttp://alshop.arri.de/catalog/arri_licenses

Add a Comment