DaVinci Resolve 16.1Disponibile la versione DaVinci Resolve Studio 16.1

La nuova Sony A7S Test a 4K con scarsa luminosità

La Sony A7S è certamente una delle fotocamere più interessanti apparse di recente al NAB2014, anche se gli manca un 4K codec interno, promette molto bene con il suo 1080p interno e l’uscita HDMI 4K. Qui Yoshihiro Enatsu ha utilizzato il convertitore Blackmagic HDMI a SDI 4K come ponte per arrivare all’HyperDeck Studio Pro per registrare queste immagini di prova a 4K, nel cuore della notte. Nella foto sopra la A7S con il convertitore Blackmagic e l’adattatore Metabones attivo per Canon EF.

Confronto a vari ISO

Yosh ha anche girato un test a diversi ISO, passando ISO 800 ad un massimo di 409.600. Bisogna tenere a mente che la compressione di YouTube, anche a 4K, agisce da riduzione del rumore in modo molto pesante e non consente di capire fino in fondo la qualità complessiva. Mi piacerebbe vedere alcuni file di origine in ProRes o ad un elevato bitrate di H.264 per vedere quanta grana fine c’è in uscita ai vari  ISO.

Questo foto di Yosh vi dà un’idea di quanto era buia la location delle riprese

A7S monitoraggio

Foto del setup iniziale Blackmagic HyperDeck Studio…

A7S-Blackmagic-deck

a7s-metabones

La Sony A7S sembra fantastica con i suoi 15 Stop di gamma dinamica, enorme EVF e incredibili prestazioni in situazione di scarsa luminosità apre nuove possibilità creative.

L’unico inconveniente per ora, è quello che l’enorme sensore ha bisogno di grandi lenti per arrivare a 4K e visto il loro peso è necessario usare dei supporti o accessori. In questo caso il fatto che la Camera Sony A7s è molto piccola e poco ingombrante viene in parte compromesso dalle lenti.

Per mantenere il vantaggio di dimensioni e generale ‘equilibrio’ del sistema bisogna puntare su delle lenti prime serie Leica M e ripiegare al codec 1080p interno

Add a Comment